Xat nel tuo blog

Cosa aspetti? copia ed incolla questa chat nel tuo blog!!



Scritte per MSN

Personalizza MSN, stupisci i tuoi amici e ...¢яєα ιι тυσ ѕтιιє!
Clicca qui per le Scritte Personalizzate


Xat

Clicca questo link per ingrandire la finestra della chat.





Blog

I monologhi della Colite ( 18 aprile 2009 )

Accade così, quasi per caso.
Raramente invitata, la Colite si
presenta puntualmente dopo ogni sera passata al Cinese, o in quella
settimana in cui hai fatto colazione con un Kebab quattro volte su
sette.


Quando suona il campanello { verso le cinque e mezza di mattina }
la trovi lì, davanti alla porta del tuo intestino con in mano due
valigie ed un trolley:
«Scusa se non ho chiamato! Resto solo fino a
lunedì, davvero!
».

Ma sai bene che per i prossimi dieci giorni vivrai aspettando il
fatidico momento in cui potrai finalmente sbatterla fuori di casa a
calci in culo!


Ma
in fin dei conti, dopo un paio di giorni passati con lei { quando ormai
è diventato quasi normale non allontanarsi a più di venti metri dal
cesso } entri in quella fase in cui averla come ospite …non ti sembra
poi così tanto male!


Non vai a lavoro, non devi seguire corsi all’Università, e hai
finalmente una scusa per poter stare in pigiama e pantofole tutto il
giorno
.

Sali
sulla bilancia e pensi
«Wow, meglio di dieci mesi di dieta a zona!», e
per un attimo… dimentichi quasi che hai passato più tempo seduta
sulla tazza che in piedi.


E se prima del quinto giorno ti eri rifiutata categoricamente di
prendere qualsiasi medicina { sperando di risolvere qualcosa con un po’
di riso in bianco ed un brodino di pollo }, finito il terzo rotolo di
carta igienica ti metti a cercare disperatamente quella confezione di
Imodium che appena due mesi fa eri CERTA di aver visto da qualche parte in cucina.

"Solo quando serve, prendine due."

Facciamo tre.


Maestra improvvisata, la Colite compare sempre nei momenti meno
opportuni per ricordarti che, evidentemente,
"Da consumarsi entro" …non
era solo un consiglio amichevole!


Nota
fin dall’antichità, gli Egizi la credevano incarnata nella Dea Colitis,
una divinità antropomorfa dal corpo per metà donna e metà porcellino
d’India { …ma non si dice per QUALE metà! }.


La si può trovare in numerosi bassorilievi nella Valle dei Re, spesso
ritratta accanto ad un vespasiano, con uno scettro nella mano destra {
simbolo di Potere } e nell’altra uno scopino del cesso { segno che
anche lei aveva la sciolta… }
.


La Scienza, ad oggi, ha svelato molti dei misteri che da sempre
avvolgono la Colite. Ma essere ben lontani dall’averne carpito i più
intimi segreti è ciò che, ancora adesso, le dona quel fascino torbido e
proibito che l’ha resa l’argomento di conversazione puntualmente
immancabile in ogni cena o pranzo coi parenti
.


Ma senza dubbio, il più grande mistero di tutti, è il perché ogni
volta che hai la Colite …il bagno più vicino è sempre occupato…

« Vecchi Post Nuovi Post »

Francesco Orsi Alan Zucconi